Fritto a dieta: quante volte posso?

Frittura dimagrante

  1. Modo migliore 2 perdere grasso corporeo
  2. Come friggere un fritto leggero - Dieta dimagrante veloce

Tali informazioni non devono mai sostituire la consulenza personalizzata di un medico dietologo o nutrizionista. NO farmaci e pillole pericolosi per dimagrire!

Come friggere senza olio con il faux fry

Ricette Come friggere un fritto leggero Per friggere in modo perfetto i cibi devono venire immersi in abbondante grasso già ben caldo. Il fritto più buono è quello ben dorato, senza parti annerite o bruciaticce, che risulterebbero sia indigeste sia pericolose per frittura dimagrante salute.

Solo se si mantiene la giusta temperatura del grasso da frittura e si cuoce per il tempo minimo indispensabile è possibile ottenere un fritto croccante e leggero, cioè privo di quella untuosità eccessiva che disturba il palato, l'apparato digerente e la linea. Per ottenere un fritto croccante all'esterno e morbido al centro si riveste l'alimento con farina, pastella o panatura di uovo e pangrattato. Peccato che le panature tendano a trattenere una bella quantità di grassi da frittura e finiscano quindi per appesantire ulteriormente il frittura dimagrante.

E in effetti questo succede molto spesso perché non è facile friggere a regola d'arte. Nella tradizionale cotoletta alla milanese, per esempio, spesso la panatura si stacca e si imbeve pesantemente del burro o dell'olio messo in padella. Si possono friggere praticamente tutti gli alimenti più comuni, ma i migliori risultati gastronomici si ottengono con i pesci, i molluschi, i piccoli crostacei come gamberi e scampi, e le verdure.

Anche se frittura dimagrante fritto misto per eccellenza è considerato quello di pesce, esistono molte altre fritture tradizionali: il misto alla napoletana, con le verdure mediterranee melanzane, zucchine e peperoni e i dadini di mozzarella.

Dimagrire mangiando frittura? Ecco come!

Quello alla piemontese, ricco ma pesantissimo per la presenza di salumi e frattaglie cervella, filoni, animelle, salsicce insieme a pezzetti di carne e dolci amaretti, semolino, mela, crema. Tra le patatine fritte, le croccanti chips sono assolutamente sconsigliabili perché eccessivamente unte, salate e conservate a lungo. Mentre quelle a fiammifero o a fettine, sempre che siano state appena fritte con grassi sani e non vengano salate in eccesso, sono meno pericolose per il fegato anche se non per la linea.

Comunque, il buon fritto è necessariamente quello realizzato con un buon grasso da frittura.

perdita di peso e grave stitichezza

La tradizione ha messo in campo le scelte più diverse: burro, strutto, margarina e oli di semi al Nord; olio d'oliva, strutto e altri oli al Sud. La scelta del grasso più sano si fa tenendo conto della sua capacità di resistere alle alte temperature della frittura senza bruciarsi cambiando colore o subendo delle alterazioni chimiche che lo rendono irritante per lo stomaco e poco salutare per l'organismo.

Come friggere un fritto leggero

Il burro e le margarine non sono considerati molto frittura dimagrante, ma non lo sono neppure gli oli di soia, vinacciolo e mais. Questi oli, cosiddetti leggeri, sono infatti quelli che più rapidamente danno origine a composti nocivi durante la frittura. Gli oli più consigliabili sono quelli extravergine di oliva e di arachide. Il primo è comunque il migliore anche per i suoi contenuti di vitamina Eche quando il prodotto è fresco entro un anno dall'imbottigliamento svolge un effetto antiossidante e protettivo.

Molti esperti di cucina considerano anzi abbastanza leggero il fritto realizzato con lo strutto, perché esso non brucia rapidamente e non tende a impregnare i cibi.

la perdita di peso avviene lentamente

Il grasso da frittura andrebbe usato una sola volta, e quello avanzato gettato senza pietà. I condimenti rifritti più si usano e meno sono salutari, anche se si aggiunge grasso fresco che tende frittura dimagrante rovinarsi subito in presenza di quello vecchio.

Solo i grassi delle friggitrici ben termostatate, che non subiscono forti stress termici da sbalzi di temperatura, potranno essere recuperati, filtrati e riusati. Comunque non per troppe volte. Il metodo frittura dimagrante frittura varia a seconda del risultato finale che si vuole ottenere: per il fritto croccante servono temperature alte e tempi rapidi, per alimenti morbidi e gonfi per esempio Krapfen o frittelle calore moderato e cottura più lunga.

Fritto a dieta: quante volte posso?

Dopo aver fritto, le nostre nonne consigliavano di immergere un pezzetto di pane o di patata nel grasso per limitarne il deterioramento prima del riutilizzo.

Il fritto, ancora caldissimo, va invece messo sopra una carta assorbente per scolarlo bene dal grasso in superficie.

La frittura di calamari, la prova di abilità

Se questa operazione non viene fatta subito l'unto finisce per essere riassorbito all'interno del cibo, appesantendolo notevolmente.

Regole per un fritto perfetto e leggero.

Video del Giorno: Crisanti sul nuovo Dpcm: 'Obbligo mascherine da soli? Difficilmente comprensibile' Al giorno d'oggi sono tante le persone che decidono di seguire una dietache sia per perdere peso o semplicemente per mantenere la linea.

Non esiste, lo ripetiamo, un fritto a basse calorie. L'unica frittura dimagrante veramente efficace per ottenere un fritto leggero è quella di non friggere affatto l'alimento, frittura dimagrante a cotture alternative che danno risultati quasi identici. Questo tipo di cottura a forno caldissimo vi riuscirà particolarmente bene con i cibi surgelati già pronti, come palatine a fiammifero e crocchette, oppure bastoncini, fagottini e fettine impanati.

Se volete comunque preparare un fritto tradizionale, di tanto in tanto, scegliete gli ingredienti e i grassi di migliore qualità e usateli nel modo più sano possibile. Controllate la temperatura del grasso in cui friggete: per valutare a occhio quando è il frittura dimagrante giusto per buttare i cibi in padella, gli esperti fanno delle prove con una goccia d'acqua, un pezzette di pane o un tocchetto di patata l'olio deve sfrigolare intorno a essi senza farli scurire.

Se non avete abbastanza esperienza vi conviene comunque abbandonare le padelle frittura dimagrante e affidarvi alle friggitrici, in cui le temperature vengono esattamente termostatate e i tempi ben regolati. II sale, la farina e lo zucchero, come anche i piccoli frustoli di panatura che si disperdono nel grasso di cottura, aumentano il rischio di deterioramento del grasso e quindi del fritto. Friggete cibi poco salati o poco zuccherati, aggiungendo il sale o lo zucchero a fine cottura.

perdere grasso corporeo non libbre

Potete fare una vera e propria frittura un po' più leggera della tradizionale usando un tegame antiaderente con pochissimo condimento. Basta che lo spennelliate con un cucchiaino d'olio o di burro fuso. Per una panatura alleggerita, al frittura dimagrante dell'uovo intero usate solo l'albume.