Dieta mediterranea: mantieni l’intestino sano e rallenti l’invecchiamento

Migliorare la salute dellintestino per dimagrire

Come perdere peso, e perdere specificamente massa grassa, aumentare metabolismo e difese immunitarie in un colpo solo, magari senza una dieta specifica?

La risposta è semplice.

Come tenere in forma l'intestino

Occorre migliorare la flora batterica con una dieta specifica. Ovvero, la dieta della flora batterica. Abbiamo un metabolismo lento e ingrassiamo alla sola vista del cibo?

La parola chiave per la salute del nostro intestino è infatti il bilanciamento delle varie famiglie di batteri che lo popolano. Questo per evitare che i batteri cosiddetti cattivi superino quelli buoni.

  1. Dieta dell'intestino sano, pancia piatta in 4 settimane
  2. Perdere peso panca
  3. Suggerimenti per mantenere il peso attuale o semplicemente per rafforzare la flora intestinale Come sfruttare al meglio la dieta per l'intestino Man mano che si sono acquisite conoscenze sull'importanza che i batteri intestinali e una mucosa intestinale intatta hanno per il peso, la salute e il benessere, sono emerse molte nuove raccomandazioni utili per risolvere vari problemi di peso e stare meglio in generale.
  4. Perdere peso nella metà superiore del corpo
  5. Clicca "mi piace" per scoprire i prossimi video su salute, alimentazione, fitness e bellezza.
  6. Le regole per un intestino sano e pulito
  7. Salute dell'Intestino
  8. 9 round di perdita di peso

Ma come si fa a migliorare la flora batterica per dimagrire? Mullin mette a punto una dieta della flora batterica divisa in FASI. Nella prima fase è secondo lui necessario fare una dieta a basso contenuto di fodmap, cioè di riduzione di quegli alimenti che contengono gruppi di zuccheri che causano gonfiore, costipazione e infine sovrappeso nei soggetti più sensibili. Via grano, via cereali con glutine no orzo, segaleprodotti con glutine aggiunto, latticini che contengono lattosio ok formaggi stagionati, latte di riso o soiavia legumi a parte i piselli freschi.

migliorare la salute dellintestino per dimagrire

Niente cavolfiori, carciofi, lattuga iceberg, asparagi, cipolle e finocchi. No a miele, meglio lo zucchero bianco o la stevia.

Credo dipenda dal desiderio inconscio di ripulire il nostro fisico e la nostra mente dagli stravizi di uno stile di vita non proprio clemente. È come se cercassimo un tasto di reset o di riavvio, che annulli tutte le azioni precedenti. Una sorta di remissione dei peccati di gola o dei comportamenti. Ma è una parola che nasconde anche una verità: cioè la consapevolezza che la nostra alimentazione è insidiata dal cibo spazzatura. E questo è positivo perché significa che è stata aperta una breccia, che come cittadini siamo più informati sui rischi dell'alimentazione moderna dominata dal consumismo esasperato e dalla velocità di assimilazione e che c'è bisogno di cambiare.

Niente pistacchi. No a uva, pesca, avocado, banane acerbe, anguria, mele e pere.

  • Perdita di grasso di ossido nitrico
  • La dieta che rafforza l'intestino: indicazioni generali

Ok riso, avena con moderazione, mais, quinoa e grano saraceno. Carne e pesce e uova o tofu sono ok. Non perché i cibi no siano da demonizzare, ma perché se abbiamo una flora intestinale già compromessa, rimuovere temporaneamente questi cibi permette di ridurre i batteri negativi.

migliorare la salute dellintestino per dimagrire

Sempre nella prima fase si eliminano anche tutti i formaggi. Le quantità nella dieta sono libere, ma attenzione: ogni pasto deve avere una risorsa proteica. Per esempio: quinoa o riso con verdure, un cucchiaino di olio e petto di pollo. Vediamo un esempio a pagina migliorare la salute dellintestino per dimagrire con una indicazione anche per le quantità.

migliorare la salute dellintestino per dimagrire