Come mi accorgo se mio figlio è sovrappeso?

Voglio che mio figlio dimagrisca

voglio che mio figlio dimagrisca

Come reagire? Figli adolescenti che non si piacciono e vogliono mettersi a dieta.

Dico strano perché, contrariamente al solito, non ho parlato di trucchi per sfruttare la mente in senso stretto. Questo mi ha fatto capire che il benessere interessa a tutti. Quindi mi sono detto perché no?

Si informano, soprattutto in rete, per cercare diete e consigli su come perdere peso, diventare più muscolosi, ridurre la circonferenza vita o avere gambe più magre. Cominciano a fare richieste in casa su cosa voler mangiare, a rifiutare alcuni cibi e a preferirne altri; insomma, i momenti del pasto possono diventare occasione di discussione ed essere fonte di preoccupazione o conflitti in famiglia.

Con la mano a paletta come un vigile urbano, mi metto tra mia figlia e una ciotola di insalata nizzarda che la mia amica le sta porgendo. Mi sforzo di sorridere. Il sorriso mi muore sulle labbra e sento la voce salire di mezzo tono.

Perché lo fanno? Sin dalla preadolescenza devono fare i conti con un corpo che cambia velocemente, temono di non piacere e si focalizzano su ogni difetto che notano. I genitori non devono andare subito in allarme ma sicuramente è bene osservare i figli e vigilare in maniera non invadente sui loro comportamenti per capire se si tratta appunto di un discorso fisiologico, del tutto passeggero, oppure se si tratta di segnali più preoccupanti ed è il caso di intervenire.

Il primo passo da fare per occuparsi della salute dei vostri figli e dunque quello di essere obiettivi e ascoltare le indicazioni del pediatra. Problemi da non sottovalutare. Come mi accorgo se mio figlio è sovrappeso? Durante i controlli periodici dal pediatra, il nostro bambino viene pesato e misurato e questi valori vengono riportati su di un grafico che ci mostra i percentili di crescita, se il peso del bambino è eccesivo sarà cura del pediatra farcelo notare.

Come reagire quando un figlio inizia a dire di non piacersi e di volersi mettere a dieta? Non ascoltare le sue parole, non comprendere il suo disagio, lo fa sentire incompreso, non riconosciuto e lo porta a chiudersi maggiormente in se stesso.

Figli adolescenti che non si piacciono e vogliono mettersi a dieta. Come reagire?

Le prediche non portano a nulla, bisogna prima di tutto ascoltare e rispettare il suo vissuto per creare vicinanza e non alzare un muro tra voi. Una famiglia in cui si dà molta importanza alla perfezione fisica e alle diete, non fa altro che favorire comportamenti di controllo del peso. Cercate di mantenere la calma e di non arrabbiarvi ogni volta che lascia qualcosa nel piatto o non mangia un alimento.

voglio che mio figlio dimagrisca

Mostrate un atteggiamento di apertura e di comprensione del problema, ascoltate e accogliete le sue difficoltà per farlo sentire sostenuto e amato. I ragazzi si trovano in una fase piena di voglio che mio figlio dimagrisca, in cui hanno bisogno di essere rinforzati e valorizzati.

voglio che mio figlio dimagrisca

Aiutate vostro figlio a non focalizzarsi solamente sulle parti che non accetta di lui, altrimenti rischia di vedere solo i difetti, perdendo la visione di insieme. Cercate di parlare, anche a tavola, di aspetti che non riguardano il corpo o il cibo, come i suoi interessi, le sue passioni e rinforzatelo su questi campi: ha bisogno di essere rinforzato, di sentire che lui è importante e valorizzato nella sua unicità.

Come farsi ascoltare dai figli senza urlare 🤔

Quando preoccuparsi? Redazione AdoleScienza.